Classifiche

I 10 libri che hanno reso speciali le mie estati

Giusto per dimostrare che sono ancora viva… Ma dovete perdonarmi, la prossima settimana ho gli ultimi due esami della mia carriera universitaria e sono molto impegnata!

Ho pensato di pubblicare un articolo leggero, in modo che anche io possa distrarmi un pochettino: con questo caldo la voglia di andare in vacanza è sempre più impellente, per cui ho deciso di scrivere qualcosa sulle mie letture estive. Vi farò un elenco dei dieci libri che, in un modo o nell’altro, hanno segnato le mie estati. Sceglierne dieci è stato difficile, ma ho cercato quelli che avessero un significato importante. Quindi… iniziamo!

fridays-child

Friday’s Child di Georgette Heyer: acquistato lo scorso agosto in una splendida libreria di Londra, mi ha tenuto compagnia le sere in cui io e Francesca ci riposavamo nella lounge room del nostro ostello, troppo stanche per fare qualcosa di diverso dal girare pagine e bere il tè.


Chiave del tempo

Ah, estate del 2010: maturità alle spalle e vacanza con i compagni di classe in Toscana. Amici, sole, mare, giochi di società e scambi di libri: grazie Giovanna per avermi fatto leggere La chiave del tempo di Anne Fortier, una rilettura di Romeo e Giulietta.


5530_copertinaoceanomare_1258477364

Credo estate 2007, ma non è importante. Ho amato Oceano mare di Alessandro Baricco: poesia allo stato puro.


1280960

In un’ afosa giornata d’agosto a Torino in cui non avevo nulla da fare ho divorato Io uccido di Giorgio Faletti: da brivido!


61004d1ee1cced668f556709b218fde9_orig

Sempre estate 2007: mia zia mi introduce nel modo di Montalbano. Non ne sono più uscita.


Author-Agatha-Christie-006

Per me estate significa solo una cosa: libri gialli. Ogni anno vado in biblioteca e faccio scorta di romanzi di Agatha Christie. Li avrò già letti tutti, ma non importa: mi sentirei a disagio senza un’indagine di Poirot o Miss Marple.


images

Finiti gli esami di terza media vado al mare in compagnia della trilogia fantasy Cronache del mondo emerso di Licia Troisi: considerando che in quel periodo in spiaggia avevo fatto amicizia con un gruppo di ragazzi che giocava a Dungeons & Dragons, capirete bene il mio sentirmi più elfa che umana.


2011.02.21-memorie-di-adriano

Estate 2006: terminata la IV ginnasio, 32 giorni di vacanza in Sardegna (sì, lo so, mi invidio da sola). Ho letto molti romanzi che sono diventati i miei preferiti: Memorie di Adriano di Marguerite Yourcenar mi ha fatto follemente innamorare, e non solo di Antinoo. In quel mese, però, ho scoperto uno dei boss della mia libreria….


phpThumb_generated_thumbnailjpg

…all’incredibile prezzo di 50 centesimi, in edicola avevo preso Orgoglio e Pregiudizio. Non c’è bisogno di commentare. L’ho amato, lo amo e l’amerò.


it_IT-timeline-image-harry-potter-and-the-philosophers-stone-1333555355

Ma il libro che mi ha tenuta incollata alle sue pagine è stato -ovviamente- Harry Potter. Era il giugno del 1999 (così tanto tempo fa?) e io non vedevo l’ora che finisse la vacanza per poter tornare a casa, dove su uno scaffale della mia cameretta mi aspettava il secondo volume.


 In realtà ci sarebbero mille altri romanzi da aggiungere, ma in fondo va bene così. Amo l’estate e spero di fare nuove eclatanti scoperte anche nei prossimi mesi. E voi, cosa mi dite?

Annunci

5 thoughts on “I 10 libri che hanno reso speciali le mie estati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...