Recensioni

“Le incantatrici” di Boileau – Narcejac, racconto di un’ossessione

Lanciò in aria il dollaro, osservò l’aquila, che in realtà assomigliava di più a un avvoltoio, e si chiese che rapporto misterioso potesse esserci tra quel rapace e la donna che sulla faccia opposta della moneta prometteva la libertà. Gli schiavi potranno mai smettere di essere schiavi? È possibile sfuggire al tormento che ti divora l’anima? Sfuggire… Per andare dove?

2a647d9894096230f42880db7693d893_w600_h_mw_mh_cs_cx_cySe dovessi assegnare un genere a Le incantatrici di Boileau – Narcejac (Adelphi 2015, ediz. orig. 1957), credo che lo definirei un noir, tanto per le atmosfere quanto per il modo in cui i personaggi affrontano la vita. Questo romanzo è il racconto di come un’ossessione può consumarti l’esistenza, arrivando ad essere la tua unica ragione di vita. Nel momento in cui l’oggetto dell’adorazione ossessiva, tuttavia, viene a mancare, che fare?

Pierre Doutre viene educato in collegio e vede pochissime volte all’anno i suoi genitori; dopo non molto tempo, sua madre smette di andare a trovarlo, e per il resto del tempo fino ai suoi vent’anni vede solo suo padre. Da piccolo, non riesce bene a capire che mestiere fanno i suoi genitori, ma piano piano si rende conto di essere figlio di un prestigiatore. Questa sua provenienza lo rende oggetto di scherno agli occhi dei suoi compagni, portandolo ad una vita in solitudine. Un giorno riceve una tragica notizia: suo padre è morto. Parte così per la Germania per assistere al funerale di quel padre così strano che ha potuto conoscere poco, e incontra così anche sua madre. Ben presto comincerà a lavorare con lei, prendendo il posto del genitore defunto. Ma due misteriose presenze si affacciano sulla sua esistenza: le gemelle Hilda e Greta lo affascinano da subito per la loro bellezza, e il fatto che non riescano a comprendersi a causa della lingua (lui parla francese, loro tedesco) le rende ancora più incantevoli al suo sguardo.

Continua su Letteratu…

Annunci

2 thoughts on ““Le incantatrici” di Boileau – Narcejac, racconto di un’ossessione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...