Classifiche

Ma che bel mattone!

Uno dei parametri che uso nello scegliere i romanzi da leggere è lo spessore. Mi spiego meglio: non è un prerequisito fondamentale, tuttavia lo considero un valore aggiunto. Che soddisfazione ricavo da un libro bello spesso, che si divora velocemente nonostante la sua mole e che mi regala lunghi momenti di emozione!

Ho pensato di divertirmi un po’ stilando un elenco dei dieci “mattoni” che ho preferito.


la-donna-in-biancoLa donna in bianco di Wilkie Collins, che ho recensito qui.


La Gerusalemme Liberata di Torquato Tasso: tanta emozione per quei versi splendidi. Ne ho parlato qui.41eoUetNNFL._SX300_BO1,204,203,200_


dardo e rosa.jpg.crdownload  Uno dei migliori fantasy mai scritti: Il dardo e la rosa di Jaqueline Carey.


All’inizio il suo spessore mi ha spaventata, ma dopo averlo iniziato non sono più riuscita smettere di leggere. Sto parlando di Uomini che odiano le donne di Stieg Larsson. Uomini_che_odiano_le_donne


SignoreanelliUn classico: Il signore degli anelli di Tolkien.


Tanta storia e tante storie tra le pagine de La caduta dei giganti di Ken Follet, di cui ho parlato qui.la-caduta-dei-giganti-vol-1-libro_54368


come una rosa d'invernoCome una rosa d’inverno di Jennifer Donnelly: una storia intensa e toccante. Quasi 900 pagine che scorrono, forse troppo velocemente. Qui trovate la mia
recensione.


Mai provate così tante e diverse emozioni: Harry Potter e l’Ordine della Fenice è indimenticabile. ordine-della-fenice


hqueb La verità sul caso Harry Quebert è uno dei gialli più mozzafiato che abbia mai letto: l’ho recensito qui.


Tra le pagine del Decameron di Boccaccio è custodito un vero e proprio mondo!

399851-BoccaccioDECAMERON300dpi


Quali sono i vostri “mattoni” preferiti?

Annunci

5 thoughts on “Ma che bel mattone!

  1. Di questi ne ho letti 3. Però anche se affettuosamente non mi piace chiamarli “mattoni”. Aggiungo i primi che mi vengono in mente:dei classici russi (Guerra e pace, I fratelli Karamazov e gli altri di Dostoevskij). Ah, sarò una mosca bianca, forse, ma a me è piaciuto anche I promessi sposi, li ho riletti oltre al dovere scolastico.

    Liked by 1 persona

      1. Dostoevskij in particolare è davvero stupendo, secondo me. Di un’umanità disperatamente umana. Se leggerai Memorie da una casa di morti (la sua esperienza nei campi di “lavoro”) resterai anche stravolta (una volta di più) da come gli uomini possano essere non so che termine usare. Disumani non è corretto, perché le bestie (si pensa loro quando si pensa ai non umani) sono decisamente migliori.

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...