Dalla carta allo schermo

Stardust

Ho scoperto questo delizioso film qualche anno fa, dopo aver letto un’intervista al bellissimo attore Ben Barnes. Raccontava, infatti, che durante un viaggio in aereo avevano proiettato Stardust, nel quale compariva nelle scene iniziali, ma nessuno si era accorto che l’attore era presente sul volo, come a sottolineare la sua poca notorietà. Ben Barnes era da poco uscito nelle sale con il secondo film de Le cronache di Narnia- Il principe Caspian, e già mi ero mezza innamorata di lui.

737Curiosa di vederlo recitare in Stardust, lo guardai alla prima occasione. Il film è tratto dall’omonimo romanzo di Niel Gaiman, e racconta la storia di Tristan e della sua ricerca di una stella, in una magica Inghilterra del Settecento. Bisogna però fare un passo indietro nel tempo, e parlare del padre di Tristan, Dunstan (interpretato, appunto, da Ben Barnes). Spinto dalla curiosità, l’allora giovane Duncan una sera decide di superare il muro che separa il suo villaggio dal magico regno di Stormhold ; qui conosce ad una fiera una principessa, schiava di una strega: potrà essere liberata solo in caso di morte della donna. Dunstan non può aiutarla, ma lui si lascia sedurre dalla bella ragazza. Il giovane torna a casa, ma nove mesi dopo il guardiano del muro gli consegna una cesta che gli è stata affidata: nella cesta c’è il piccolo Tristan, il bambino concepito quella notte alla fiera, che la principessa non può tenere. Tristan (Charlie Cox) cresce nel villaggio e lavora come garzone in una bottega, ma è spinto dal desiderio di avere qualcosa di più nella sua vita. Crede di poter trovare quello che gli manca nella bella e viziata Victoria (Sienna Miller), la ragazza più corteggiata del villaggio, che sfrutta Tristan ogni volta che le è possibile.

Nel frattempo, dall’altra parte del muro, il vecchio re di Stormhold (Peter O’ Toole) sta per morire, ma prima deve risolvere il problema della successione: ha, infatti, ancora tre figli su sette in vita, mentre la tradizione vuole che i fratelli eredi al trono si uccidano tra di loro e che il sopravvissuto sia il degno erede (Hunger Games versione Royal). Il soimmagine_stardust_8718vrano decide, dunque, che il nuovo re sarà colui che riuscirà a ritrovare la collana col topazio; detto questo, lancia il medaglione lontano nel cielo e muore. Il gioiello vola fino a scontrarsi con una stella, facendola cadere sulla Terra.

Anche Tristan e Victoria vedono la stella cadere al di là del muro, nella terra proibita di Stormhold e il ragazzo si impegna a portarle un pezzo di stella come pegno del suo amore per lei. Il giovane si mette così alla ricerca della stella. Non è l’unico, però. Non sa, infatti, che una stella che cade assume le fattezze di una giovane donna e che il cuore pulsante di una stella garantisce l’eterna giovinezza: 84411b_stardust-visoreecco perché anche tre streghe sorelle desiderano trovarla.
Sarà Lamia (Michelle Pfeiffer), la regina delle streghe a mettersi in cammino per trovare la stella. Essa nel frattempo è caduta e ha assunto le sembianze di una splendida fanciulla, Yvaine (Clare Danes): al collo si ritrova la collana con il topazio e questo la rende inconsapevole bersaglio dei tre principi, soprattutto dello spietato Septimus (Mark Strong).

Yvaine-and-Tristan-stardust-13913496-1500-1001Tristan è il primo a trovare Yvaine, ma se all’inizio il suo unico pensiero è portarla al di là del muro, in seguito diventa una sorta di suo protettore dalle streghe e dai principi. Inizia così una splendida avventura, carica di magia, popolata da personaggi indimenticabili, come il temibile comandante della nave pirata, il capitan Shakespeare (interpretato da un bravissimo Robert De Niro), appassionato segretamente di arte e poesia. Attraverso le numerose prove, Tristan cambia, matura e diventa un uomo, capendo ciò che è veramente importante nella vita e lottando per ottenerlo, anche quando sembra che ogni speranza sia perduta.

stardust-6

Ricordi quando ti avevo detto che non so niente sull’amore? Non era la verità… So molto sull’amore. Vi ho visto! L’ho visto nascere per secoli e secoli. Era l’unica cosa che rendeva il tuo mondo sopportabile. Ah… Tutte quelle guerre, le falsità, il dolore, l’odio. Ero tentata di posare il mio sguardo altrove in eterno. Ma il vedere come l’umanità si arrende all’amore! Si possono setacciare gli angoli più remoti dell’universo senza trovare una cosa altrettanto meravigliosa… Si certo, io so che l’amore è incondizionato. Ma ho imparato che può essere imprevedibile, inaspettato, incontrollabile… insopprimibile! E molto facile da confondere con l’avversione…

È una storia ricca, ben costruita e molto originale, divertente e a tratti riflessiva. L’ambientazione è proprio quella di un racconto di magia e non mancano gli ingredienti principali: la ricerca di un oggetto, le prove da superare, i nemici da sconfiggere, la crescita personale… insomma, i classici elementi della fiaba, ma sapientemente rielaborati in modo da dare vita ad una storia indimenticabile.

200_sUn cast eccellente sostiene la trama, specialmente Michelle Pfeiffer e Robert De Niro, che interpretano due dei personaggi migliori: la strega crudele, che farebbe di tutto pur di non invecchiare e il capitano con la doppia vita. Bravi, bravi!

Anche se non avete mai letto il romanzo di Gaiman, vi consiglio caldamente questa versione cinematografica, adatta sia ai grandi sia ai piccini!

Annunci

7 thoughts on “Stardust

  1. Stardust è un bel film che fa sempre piacere rivedere! Come dici tu, presenta tutti gli elementi classici della fiaba, ma con un sapore più da “film d’avventura” davvero avvincente, merito della storia (ovviamente), ma anche della regia e del cast davvero azzeccato e carismatico.
    Concordo con te, i due personaggi assolutamente indimenticabili sono senz’altro Capitan Shakespeare e la strega Lamia!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...