Serie TV

The Crimson Field

Da tempo mi ero segnata il titolo di questa serie, The Crimson Field, ambientata in ospedale da campo militare durante la Prima Guerra Mondiale in Francia. L’occasione per l’uscita di questa serie era l’anniversario dello scoppio del conflitto e la BBC non ha potuto fare altro che dare il proprio contributo e produrre sei episodi.

Come ho già accennato in qualche mio articolo precedente, io sono particolarmente attratta da questo periodo storico, anche se mi provoca una certa angoscia affrontare gli orrori della guerra. Per questa ragione, ho rimandato per vari mesi la visione di questa serie, attendendo la giusta disposizione d’animo. Il “momento giusto” ( e qui vi rimando al mio articolo!) è arrivato quest’estate, dopo che avevo finito gli esami ma non avevo abbastanza forza di volontà per iniziare a studiare per la tesi. Ho iniziato con trepidazione a guardare la prima puntata e in due giorni ho finito la stagione: splendida!

Innanzitutto bisogna sottolineare che la guerra è vista solo dalle retrovie, se così vogliamo definirle: la storia è ambientata in un ospedale da campo e segue le vicende delle infermiere, si laiche sia religiose.The Crimson Field Dopo un corso per diventare infermiere in Inghilterra, Kitty, Rosalie e Flora giungono in Francia  per lavorare come volontarie: subito incontrano mille difficoltà. La rigidità di Sorella Grace, che richiede la perfezione dalle ragazze, rende difficile adattarsi alla vita dell’ospedale, perché è completamente diverso da ciò che si aspettavano e da ciò che avevano appreso. Nel corso dei sei episodi si snodano le vicende di Kitty, delle suore e dei dottori, mescolando i segreti legati al loro passato agli eventi che li coinvolgono nell’ospedale militare.

Come tutte le altre serie tv storiche della BBC, anche The Crimson Field si distingue per l’accuratezza della ricostruzione storica: dalle divise alla ricostruzione dell’ospedale, dagli oggetti alla routine. 10 e lode per l’ambientazione! Questo è un aspetto che io apprezzo sempre molto, perché mi offre l’opportunità di imparare molto sulla vita delle epoche passate, senza dover studiare su un manuale.

L’altro grandissimo pregio di questa serie, il motivo per cui sono riuscita a guardarla senza sofferenze, è il punto di vista: la guerra è vista attraverso lo sguardo delle infermiere e dei dottori, di coloro che cercano la vita in chi è vicino alla morte. Crimson-Field_Ep1_2È realistica a rappresentazione dei feriti, delle operazioni chirurgiche, ma non c’è il gusto per il macabro che fa soffermare sulle ferite o che mette in evidenza gli aspetti più “truculenti”. Si sa, la guerra distrugge gli uomini nel corpo e nell’anima, perché mettere in evidenza solo questa distruzione? L’orrore c’è, ma è un sentimento che si prova riflettendo su quanto accade, non perché per 60 minuti vengono proposte immagini di arti amputati e sangue zampillante.

Ho trovato ben bilanciato il rapporto tra la sofferenza e la leggerezza: anche nella disperazione un semplice gesto quotidiano riesce a riportare un minimo spiraglio di luce. p01x40zwVita e morte, guerra e pace, passato e presente: nell’ospedale da campo, che è una sorta di limbo tra l’inferno delle trincee e la vita relativamente tranquilla dell’Inghilterra, si incontrano personaggi diversi, ognuno con una storia da raccontare che commuove e fa riflettere.  I personaggi sono ben definiti psicologicamente e lo spettatore ha voglia di conoscere di più della loro storia passata: da cosa sono scappate Kitty e Rosalie?

E qui arriviamo al lato negativo della serie: ahimè, ahimè, mi duole informarvi che la serie non è stata rinnovata per una seconda stagione. Quindi, purtroppo, non si possono avere tutte le risposte che si cercavano. Non posso che dispiacermi per questa scelta, perché, a mio parere, The Crimson Field è una delle migliori produzioni ambientate che trattano la guerra. Nonostante questa mancanza del seguito, vi invito caldamente a guardare queste sei puntate, perché ne vale veramente la pena. E poi, la speranza è sempre l’ultima a morire, quindi – chissà – magari gireranno anche la seconda stagione, prima o poi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...