Racconti

Il Natale di Agata – Frammento VII

70ca1f7e3e925095cb8830913b68fc34

Agata guardò lo sconosciuto seduto al tavolo con lei. Rivide gli stessi occhi verdi che l’avevano osservata da quando era nata, i suoi stessi occhi: gli occhi del suo gemello.

Al castello di Glamis aveva trascorso l’ultimo Natale insieme a lui, ballando fino a notte tarda come due bambini prima che lui scomparisse per sempre nel buio di quelle immense sale. Lei non si era accorta di nulla. Stavano arrancando, stanchi e sudati, verso le loro camere, quando ad un tratto lui era semplicemente scomparso. Agata aveva pensato che fosse uno scherzo. L’aveva chiamato ridendo, ascoltando la sua voce rimbombare nel corridoio. Ma i minuti passavano, e da Claudio nessuna risposta.

Quella notte, si era creata una profonda voragine nel petto di Agata, che nulla riusciva a sanare. E ogni anno, il Natale le ricordava che una volta aveva un fratello, una vera e inimitabile anima gemella.

E ora il tempo sembrava tornare indietro: stava per rimettere piede al castello di Glamis. E, soprattutto, uno sconosciuto con gli stessi occhi di Claudio le stava offrendo il suo tè preferito. Cosa stava succedendo?

9f2ce2b21c338a50ef946966b0d66376

7501d07fe3ea493f488cdd01ed0afdca

6 risposte a "Il Natale di Agata – Frammento VII"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...