Recensioni

“Fool” di Christopher Moore

41V5ORXekNL._AC_UL320_SR210,320_Ho comprato Fool di Christopher Moore in un momento in cui ero molto stanca, e avevo voglia e bisogno di leggere qualcosa di non molto complicato, possibilmente divertente. Beh, direi che ho scelto bene. Il romanzo si presenta come una specie di parodia grottesca del Re Lear di Shakespeare, ma si trovano al suo interno citazioni da moltissime diverse opere del poeta inglese, tanto che persino l’autore dichiara l’inutilità di andare a ricercarle tutte.

Il bello di un libro del genere è che sa farti ridere davvero con poco. Infatti, non sto parlando di comicità raffinata, tutt’altro. I protagonisti, i dialoghi, le scene, tutto in questo romanzo è scurrile: se siete schizzinosi, lasciate perdere. Io non sono un’appassionata del genere, ma ogni tanto mi piace affacciarmi su un mondo diverso. Ho apprezzato la lettura, perché sicuramente mi ha distratta e mi ha strappato più di una risata, però non posso dire che Fool mi abbia particolarmente appassionata.

Ciò che manca a questo libro è la possibilità di immedesimarsi nei personaggi. Non che sia una qualità fondamentale in un libro, ne esistono molti che fanno dell’impersonalità il loro punto forte (un semplice esempio può essere La peste di Albert Camus, che ho letto da poco). Eppure, penso che in questo caso sarebbe stato ancora più divertente se avessi potuto sentirmi più legata ai personaggi e in particolare al narratore e protagonista, Taschino, il matto del re. Invece, dall’inizio alla fine, ho sentito un certo distacco nei confronti della vicenda, che mi ha impedito di godermela fino in fondo.

C’è senza dubbio una volontà di sconvolgere i canoni e le regole della letteratura che va ammirata; ho apprezzato in particolare i numerosi anacronismi, che accrescono la comicità di una situazione in modo paradossale. Infine, mi è piaciuto per una volta avere a che fare con un mondo popolato da personaggi senza filtri, che dicevano tutto quello che passava loro per la testa, mettendo in crisi i codici della morale e, soprattutto, della bella conversazione. Nutro una personalissima forma d’odio nei confronti delle chiacchiere di circostanza e della falsa cortesia, quindi mi sono divertita moltissimo con i dialoghi di questo romanzo.

Che dire, se siete fusi come me e avete voglia di buttarvi in una lettura leggera, divertente e insolita, vi consiglio Fool di Christopher Moore. Vietato ai moralisti e agli schizzinosi.

Annunci

One thought on ““Fool” di Christopher Moore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...