Reading The Riddle

Reading the Riddle #10

Buongiorno e buona festa della Repubblica! Oggi torniamo con un nuovo indovinello!

Un breve riassunto delle regole:

vi forniamo tre indizi, ovvero un estratto dalla parte iniziale, uno da quella centrale, e uno dalla parte finale. Verranno evitati i nomi dei personaggi principali, sostituiti da asterischi, mentre i nomi dei luoghi verranno generalmente mantenuti, a meno che non si tratti di luoghi di fantasia e che, quindi, rendono immediatamente riconoscibile l’opera.


1

Tornate, mio caro visconte, tornate: che fate, che potete fare in casa di una vecchia zia di cui erediterete tutti i beni? Partite immediatamente: ho bisogno di voi. Mi è venuta un’idea eccellente e voglio affidarvene l’esecuzione. Queste poche parole dovrebbero bastare; e, fin troppo onorato del fatto che mi rivolga a voi, dovreste venire ai miei piedi, in fretta, a prendere ordini: ma voi abusate dei miei favori, pur non servendovene più; e combattuta tra un odio eterno e un’eccessiva indulgenza, la vostra felicità vuole che la mia bontà abbia la meglio. Voglio dunque rendervi partecipe dei miei progetti: ma promettetemi, da cavaliere fedele, che prima di portare a compimento questa, non cercherete altre avventure. È degna di un eroe: servirete l’amore e la vendetta, si tratterà alla fine di una beffa da mettere nelle vostre memorie.


2

L’avventura, in sé, è davvero poca cosa; una minestra riscaldata con la viscontessa di M…Ma l’interesse sta nei dettagli. Quindi sono ben contento di dimostrarvi che se ho il talento di portare alla perdizione le donne, non di meno ho quello, se voglio, di salvarle. La parte più difficile, o la più allegra, è sempre quella che interpreto; e non mi rimprovero una buona azione, purché mi metta alla prova o mi diverta.


3

Lasciatemi dunque, crudele! Quale nuovo furore ti anima? Temi che un dolce sentimento penetri fino ala mia anima? Tu raddoppi i miei tormenti; mi costringi a odiarti. Oh! Com’è doloroso l’odio! Come corrode il cuore che lo distilla! Perché mi perseguitate? Cosa potete avere ancora da dirmi? Non mi avete messo nell’impossibilità di ascoltarvi, così come di rispondervi? Non aspettatevi più niente da me.

Addio, signore.


Avete capito di che opera si tratta? Commentate 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...