Reading The Riddle

Reading the Riddle #14

Buongiorno a tutti! Eccoci con un nuovo appuntamento con la rubrica degli indovinelli. In questo periodi le recensioni sono un po’ carenti, lo sappiamo: Fra si è presa un momento di pausa ed io ho avuto davvero poco tempo per leggere, ma recupereremo presto, promesso!

Dunque, ricapitoliamo le regole del nostro gioco:

vi forniamo tre indizi, ovvero un estratto dalla parte iniziale, uno da quella centrale, e uno dalla parte finale. Verranno evitati i nomi dei personaggi principali, sostituiti da asterischi, mentre i nomi dei luoghi verranno generalmente mantenuti, a meno che non si tratti di luoghi di fantasia e che, quindi, rendono immediatamente riconoscibile l’opera

Buona fortuna!


1

Ti domanderai perché abbia bisogno di una vacanza. Da che cosa dovrei svagarmi? Questo ci conduce al passo successivo. Gli esseri umani superstiti.I sopravvissuti. Sono quelli che non posso guardare, sebbene in molte occasioni non riesca a evitarlo. Cerco deliberatamente i colori per tenerli lontani dalla mia mente, ma di tanto in tanto mi trovo davanti quelli che sono rimasti indietro, schiacciati sotto un caos di frammenti di consapevolezza, disperazione e stupore. Hanno cuori feriti. Hanno polmoni schiacciati.


2

La vigilia di Natale *** portò giù, come regalo per **, una doppia manciata di neve. “Chiudi gli occhi”, disse, “e allunga le mani”. Appena la neve passò sulle mani di lui, ** rabbrividì, scoppiando a ridere, ma rimaneva a occhi chiusi. Sulle prime assaggiò brevemente la neve, permettendole appena di sfiorargli le labbra. “E’ il rapporto meteorologico di oggi?”. *** era accanto a lui. Gli toccò dolcemente un braccio.[…] Fu l’inizio del più fantastico dei Natali, poco da mangiare, niente doni. Ma in cantina c’era un pupazzo di neve.


3

La sua anima si levò a sedere, mi si fece incontro. Quel genere di anime lo fa sempre: sono le migliori. Quelle che si alzano e dicono: “So chi sei, sono pronta. Non che abbia voglia di venire, certo, ma verrò.” Quelle anime sono sempre leggere. Molte hanno trovato la loro via verso altri luoghi. Questa era sospinta dal soffio di una fisarmonica, da uno strano sapore di champagne d’estate e dall’arte di mantenere le promesse. Si adagiò fra le mie braccia, riposandosi.


Allora, avete capito da quale libro sono tratte le citazioni?

Annunci

5 thoughts on “Reading the Riddle #14

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...