Recensioni

“La bellezza delle cose fragili” di Taiye Selasi

Vi troverete di fronte a una lunga poesia, più che a un romanzo, se deciderete di leggere La bellezza delle cose fragili di Taiye Selasi. Ambientato tra Ghana, Nigeria e Stati Uniti, è la storia di una famiglia che si costruisce, si spezza e si ripara tante volte. Noi lettori, che la guardiamo mentre si rompe ancora e ancora, vediamo alla fine delle cicatrici d’oro come quelle che i giapponesi chiamano kitsugi.

http3a2f2fwww-lifegate-com2fapp2fuploads2fkintsugi-coverÈ strano rimanere incantati di fronte al dolore, ma la delicatezza di questa scrittrice fa sì che succeda proprio l’inaspettato. La meraviglia si mescola alle lacrime, lo stupore allo sgomento, i sorrisi alla paura. Ogni personaggio di questa caleidoscopica famiglia ha una vita propria ben definita, un suo percorso individuale ben tracciato che, andandosi a mescolare con gli altri, dà vita a tante scintille quante voragini.

Olu fa scintille quando segue le orme del padre diventando un medico di successo, Kweku crea una voragine quando di punto in bianco abbandona la sua famiglia; Taiwo fa scintille con i suoi successi scolastici e accademici, Kehinde crea una voragine quando tenta il suicidio; Fola fa scintille quando si rimbocca le maniche per dare una vita dignitosa ai suoi figli abbandonati dal padre, Sadie crea una voragine quando diventa bulimica. Potrei fare un elenco simile, in cui ogni personaggio che crea una voragine fa anche scintille e viceversa, ma così dovrei dirvi veramente troppo.

Ho letto questo romanzo interrompendolo più volte: l’ho cominciato mentre ero in ferie, poi ho dovuto continuarlo leggendo qualche pagina in treno o a letto prima di addormentarmi. Ciò che mi ha lasciata particolarmente stupita è il fatto che, nonostante sia stata una lettura forzatamente frammentata, non ho mai perso il filo, non ho mai notato un calo di tensione narrativa o di sentimento.

Come ho detto all’inizio, questo romanzo sembra una lunga poesia: un lungo inno all’amore come condizione imprescindibile della vita, ma anche un modo di ricordare a tutti che, nella nostra esistenza, incontreremo anche il lutto, la sofferenza, lo scandalo, la voglia di arrendersi, la voglia di scappare, l’abbandono, la paura. Possiamo combattere ognuna di queste cose con il suo opposto: ogni voragine può essere sconfitta dalle scintille.

È questo che fanno i personaggi di questo libro, incontrandosi ogni volta in una grande casa che li mette di fronte alla bellezza dello stare insieme.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...