Riflessioni

Piacere di conoscerti, Riccardino

Sabato 16 maggio, alle 18:20, sul sito del Salone del Libro di Torino Antonio Manzini ha letto in diretta streaming il primo capitolo di Riccardino, l’ultimo romanzo di Andrea Camilleri.

manzini-625x350

Da quando ho saputo dell’evento, sono stata investita da un vortice di emozioni: entusiasmo, aspettativa, malinconia e poi dolceamara felicità nell’incontrare di nuovo le parole di Camilleri. Non sapevo decidermi se essere più eccitata per la nuova storia o se rattristarmi perché quella stessa storia era l’ultima. La conclusione. Il saluto finale di un autore che ho amato.

«In quel cassetto c’è il mio Montalbano terminale, ci sto lavorando in questi giorni. Sarà la fine del personaggio.
Il fatto che Montalbano – a differenza di altri personaggi seriali, come Sherlock Holmes o Maigret – invecchia, partecipa alla vita di tutti i giorni, mi rende sempre più difficile stargli dietro. Così ho deciso di scrivere il romanzo finale. Mi è venuta l’idea e non me la sono fatta scappare. Ma non è che finisce sparato o va in pensione o si sposa Livia, come piacerebbe ai lettori: ci voleva una trovata alla Montalbano per fargli abbandonare la scena. Anche se non è detto che questo libro uscirà subito, magari se mi viene ne pubblico prima qualche altro, o magari uscirà postumo.
Nelle pagine che sto scrivendo c’è uno scontro continuo fra me e il personaggio. Montalbano si lamenta sempre, “sono vecchio, sono vecchio…”. Non è vero niente, gli rispondo, è che ti sei rotto le palle!
Il personaggio non può che finire nel momento in cui comincia a pensare al doppio. Cioè comincia a pensare a Zingaretti. E si trova sopraffatto dall’altro personaggio. E non trova in Camilleri l’appoggio necessario per andare avanti. Così gli fa un discorso cinico: “Senti un po’, quando io stampo un libro e sono 500 mila copie si tocca il cielo con un dito; quando l’altro appare in televisione sono 10 milioni di spettatori: che vogliamo fare?”. Allora Montalbano ha un’idea montalbaniana. L’inizio di questa cosa è lui che arriva sul luogo del delitto, e tutta la gente, sulla strada, col morto, tutti affacciati ai balconi che pare una festa. “Il commissario arrivò, Montalbano arrivò!”. “Cu, chiddru della televisione?”. “No, chiddru vero”. A Montalbano gli girano i cabasisi e…»
.

Queste sono le parole di Camilleri rilasciate  durante un’intervista a La Stampa del 1 settembre 2005. Parole che ci fanno intuire che Riccardino sarà un romanzo diverso, un gioco in cui vari livelli di realtà si incontrano e si intrecciano: l’autore si trasforma in un personaggio del suo stesso romanzo e ci viene presentato come il professore, Montalbano è alle prese con il suo alter ego televisivo, gli abitanti di Vigata pretendono che la loro realtà corrisponda ad una fiction…

20200522182301

 

Io non vedo l’ora di entrare in questo labirinto di specchi un po’ pirandelliano e scoprire cosa ha voluto lasciarci Camilleri per dire addio al suo personaggio.

La lettura che Manzini ha fatto del primo capitolo è subito riuscita a conquistarmi: la classica telefonata che sveglia il commissario è  un incipit già conosciuto, quasi un bentornato a casa. Subito veniamo trascinati nei pensieri di Montalbano e percepiamo la sua stanchezza, il suo nervosismo e il fatto che non abbia voglia di occuparsi di un nuovo caso ci fa intuire che ormai ci stiamo avvicinando al capolinea.

La domanda è: noi affezionati lettori siamo pronti ad arrivare al capolinea?

Abbiamo tempo per decidere fino al 16 luglio, data di pubblicazione di Riccardino, a un anno dalla scomparsa di Camilleri.

Nel frattempo, attraverso la voce di Manzini, lasciatemi dire che è stato un piacere conoscere Riccardino.

2 pensieri riguardo “Piacere di conoscerti, Riccardino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...