Recensioni

“La quattordicesima lettera” di Claire Evans

Una serie di eventi a dir poco sconcertanti hanno luogo nella frenetica Londra di fine Ottocento. Durante la sua festa di fidanzamento con Benjamin Raycroft, la giovane Phoebe Stanbury viene sgozzata da un uomo coperto di fango e strani tatuaggi. L’assassino, prima di lasciare la scena del crimine, sussurra all’orecchio di Benjamin: “Ho promesso che…… Continua a leggere “La quattordicesima lettera” di Claire Evans

Recensioni

“La felicità del cactus” di Sarah Haywood

Susan Green è una donna di quarantacinque anni, soddisfatta della sua vita. Vive in un appartamento a Londra, ha un lavoro che sfrutta le sue qualità logiche, una relazione senza impegni con uomo che condivide la sua visione pragmatica della vita. Susan è fiera della sua indipendenza e se qualcuno prova a scombussolare la sua…… Continua a leggere “La felicità del cactus” di Sarah Haywood

Dalla carta allo schermo · Recensioni · Serie TV

“Chiamate la levatrice” di Jennifer Worth

“Chiamate la levatrice” è un grido che era piuttosto diffuso una sessantina di anni fa. Il parto in casa era molto frequente benché ormai si stesse diffondendo sempre più quello in ospedale. Ma nel miracolo della vita che nasce c’è una figura fondamentale, quasi sempre dimenticata sullo sfondo: quella della levatrice. Nel gennaio del 1998…… Continua a leggere “Chiamate la levatrice” di Jennifer Worth

Attualità · Letteratura · Riflessioni

Refugee Tales: una riedizione dei Canterbury Tales attraverso i racconti dei rifugiati

A pochi giorni dal voto della Brexit, ho assistito a un’ondata di considerazioni, speculazioni, riflessioni sul Regno Unito e sulle conseguenze della sua uscita dall’Unione Europea. Soprattutto sui social network, la maggior parte dei post erano basati sul sentito dire e sulla volontà di mettersi in mostra, più che su reale competenza. Io sono rimasta…… Continua a leggere Refugee Tales: una riedizione dei Canterbury Tales attraverso i racconti dei rifugiati

Recensioni

“Shades” di Maureen Johnson

Per ragioni di lavoro, la famiglia di Rory si trasferisce da Bènouville (vicino New Orléans) in Inghilterra. Al suo arrivo a Londra, la diciottenne viene accolta dalla notizia alla radio che quella notte, il 31 agosto, era stato commesso un omicidio seguendo le stesse modalità dal primo delitto commesso da Jack lo Squartatore: cosa c’è…… Continua a leggere “Shades” di Maureen Johnson